Gli automobilisti

EH già.. non per niente in questo periodo mi ritrovo a percorrere qualcosa come 90 km al giorno nel tragitto casa-lavoro-casa.. oltre alle citate vicissitudini che potete consultare nel mio intervento "lavita nella big city" 8se ve lo siete perso, leggetelo, merita…), mi ritengo ormai abbastanza indottrinato da stilare una classifica etico/comportamentale degli AUTOMOBILISTI. Sì, siamo tutti automobilisti, quindi in fondo ciscuno di noi potrebbe scriverne a bizzeffe.. magari se vi va, aggiungete nuove categorie nei commenti… più idee ci sono, meglio è. magari ne esce fuori qualcosa di davvero spassoso.
 
CATEGORIE DI AUTOMOBILISTI:
 
1) L’automobilista standard.
 
Automobilista normale per eccellenza, non è riconoscibile per nessun segno particolare. Guida bene, nè troppo forte nè troppo piano, non è di intralcio e nelle manovre se la cava. Vi fanno parte un buon numero di uomini e un numero minore di donne. Guidano ogni genere di auto, dalle utilitarie alle superammiraglie. Il codice della strada vale nelle regole basilari e importanti, ma i limiti di velocità si possono bypassare. Il classico automobilista che non ti dà fastidio avere davanti.
 
2) Il multofobo
 
Etimologia: da "mult" (multa) e "fobo" (fobia=paura). Il multofobo vive nel terrore assoluto del Codice e delle forze dell’ordine. Di notte i suoi incubi sono costellati di pattuglie della Stradale che gli decurtano 20 punti alla volta. il multofobo procede a 50 km/h ovunque, salvo nei punti dove c’è un minuscolo cartello "30" o, peggio ancora, "20", cartelli infognati e microscopici che riesce a vedere solo lui. Causa l’ira funesta dei poveracci che gli si ritrovano dietro e che costantemente si affannano per sorpassarlo. Il multofobo rispetta ogni cavillo e articolo minuscolo del Cds, ma tutto sommato non guida male. E’ solo maledettamente lento.
In molti casi, automobilisti di categorie diverse subiscono una brusca metamorfosi in multofobi quando si ritrovano con 2 punti.
 
3) Il rincoglionito
 
La peste nera delle strade. Solitamente anziano, con una utilitaria datata, oppure donna (il più delle volte bionda), talvolta munita di auto voluminosa, o peggio ancora, di SUV. In quel caso, possono diventare pericolosissimi. Il rincoglionito procede a velocità  affini a quelle del multofobo (o ancora minori), l’aggravante è che conosce a malapena il funzionamento di una autovettura e ogni sua manovra o cambio di direzione è una incognita. Pericolosissimo, imprevedibile e infido. Averlo davanti può causare una reazione fisiologica che va dallo scatto d’ira incontrollabile all’ulcera gastrica. Le sue manovre tipiche sono la svolta improvvisa senza freccia, l’inchiodata immotivata, il parcheggio impossibile, l’inversione a Z, l’infilata in senso unico (dalla parte sbagliata), la danza delle frecce (quando  non sa dove andare … e la mette prima a destra, poi a sinistra, poi ancora a destra, e di nuovo a sinistra…. ).
 
4) L’asso del volante
 
Il rapace della strada. Riconoscerlo è facilissimo. Piomba da dietro come un caccia, inchiodando all’ultimo, si incolla al tuo paraurti e inizia a zigzagare per farsi vedere negli specchietti. Usualmente è maschio, giovane, munito di auto tamarrata, di coupè o di ammiraglia tedesca. Soffre di una irreversibile sindrome di avvelenamento mentale dovuta ad un sovrannumero di proiezioni di Fast&Furious, oppure di un colossale complesso di superiorità che lo porta, non appena sfiora il volante, a credersi Fernando Alonso in persona. In altri casi si sente semplicemente il padrone della strada siccome guida una Audi. Possono essere fastidiosi, soprattutto quando tengono i fari altissimi appositamente per essere sicuri che quello davanti si accorga che loro sono incollati al suo paraurti, pronti a passare costi quel che costi.
Alcuni esemplari sono vittime di un complesso di onnipotenza che li porta a credere di essere immortali. Per questo ti tagliano la precedenza nelle rotonde, si immettono all’ultimo costringendoti a inkiodare, affrontano curve cieche a tutta velocità.
 
5) Il pignolo
 
Affine al multofobo e a questi molto simile come comportamente generale, ma procede a rilento per il semplice motivo che non vuole consumere troppa benzina. Con quello che costa, difficile non capire. Ma resta molto difficile giustificare. Andare a 50 all’ora per il codazzo di automobilisti che lo segue potrebbe non essere il massimo.
 
6) Il pericolo pubblico
 
Fortunatamente abbastanza raro. Paragonabile all’asso del volante, ma molto più pericoloso. Se infatti l’asso del volante mantiene, nel suo essere tamarro e spericolato, un minimo di decoro, questo invece è completamente matto. Esemplari solitamente maschi, con mostruosi problemi sociali o mentali, hanno schifo per la vita e sprezzano completamente la morte. Possono circolare con qualunque mezzo, di qualunque cilindrata e potenza. Sono difficili da riconoscere a priori, finchè non li vedi guidare. Capaci di qualunque cosa e completamente privi di scrupoli, sopo talvolta affetti da turbe mentali che creano in loro l’impulso a schiantarsi contro chi osa mettersi tra loro e la strada, come un kamikaze. 
Un asso del volante o un automobilista standard possono talvolta trasformarsi in pericoli pubblici qualora guidassero drogati o ubriachi.

3 pensieri su “Gli automobilisti

  1. il pettinatoIn genere sono giovani che non si mettono alla guida di un\’auto se non e\’ la loro mini cooper s…questi pensano di essere chissa\’ chi solo perche\’ hanno tra le mani il volante di una macchina paragonabile a un pacchetto da 10, talvolta cercano di guidare come i nostri amati assi, ma finiscono per sembrare piu\’ dei pericoli pubblici…vestono in genere dei pantaloni che oltre a mostrare parte del fondoschiena ti abbagliano con i brillantini della scritta RICH… si credono chissa\’ chi, ma talvolta assomogliano piu\’ a un rincoglionito, se non a un pignolo.

  2. ce anche “l esibizionista” :solitamente dotato di vecchio pando o macchina priva di tunnel centrale in moto da poter arrivare ai pedali…stando seduto sul lato passeggero!a vedrlo da fuori sembra che il pupazzo “flatterik” o “homer” dei simpson messo apposta sul sedile di guida…sia davvero lui a guidare!!!
    nota:il prezzo contenuto dell auto e’ anche considerato nel caso una manovra dal lato passeggero non riesca perfettamente e ci si ritrovi a strisciare contro il guard-rail

  3. c e anche il top model:solitamente maschio,sulla trentina, lo si rixonosce perche sfoggia una fouriserie,il piu delle volte presa a noleggio.
    non costituisce intralcio alla circolazione,il suo abitat son le strade del centro delle grandi citta.
    si ferma in un punto per una mezz ora,poi giuda per 200 metri in cerca di un altro posto dove parcheggiare per un altra oretta e cosi via…lo spettacolo puo andar avanti per tutta la giornata e sempre nel raggio di massimo 500 metri…certo,con quel che puo bere un 430 o un aventador andar lontano risulterebbe troppo impegnativo…se poi nessuno puo ammirare lui e il suo mezzo che gusto c’e’?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...