E alla fine.. L’HO PRESA

Chi scrive in questo momento è eccitato come un bambino che ha appena visitato per la prima volta Disneyland.
 
Ho riportato la mente a quando avevo 15 anni, e insieme a Max sognavamo davanti alle vetrine del Somaschinimoto, a Desio, nelle sere d’estate, non troppo tardi,  quando c’è ancora la luce sufficiente per sbirciare dentro le vetrine. Guardavamo quelli che allora erano i massimi capolavori della tecnologia di casa nostra, quei bolidi di fabbricazione tutta italiana, e ti bastava guardarli così, da dietro una vetrina, per poter chiudere gli occhi e vedere Carl Fogarty alla variante Ascari che usciva a tutta velocità e con cattiveria dominava i cavalli della sua 916.
Quando hai 15 anni e sei lì che osservi da una vetrina è bellissimo, perchè puoi solo immaginare, tralasciando tuto ciò che c’è di problematico e impegnativo dietro a una moto del genere. Ti rode perchè sei ancora "piccolo", ma già intuisci che un giorno non sarà più una questione di età, ma di soldi in tasca. La tecnologia di casa nostra la si paga cara, anche se la soddisfazione di poterla possedere è semplicemente.. senza prezzo.
E allora le guardavi, c’era la 916 sps, quella che sembrava una vera superbike, col codino monoposto e le Termigoni in carbonio, c’era la MV Agusta F4 serie oro, una moto che faceva semplicemente sognare al primo sguardo.
E ricordo che io e Max parlavamo, facevamo progetti, immaginavamo…. e una volta avevamo riflettuto, pensato, che forse era inutile guardarle adesso, perchè tanto quando avremmo avuto la possibilità sarebbero passai anni…. le moto sarebbero talmente cambiate, evolute, trasformate, che probabilmente avremmo cambiato idea, e ci saremmo innamorati di qualche altra creatura meccanica.
 
E stato così.
 
Sono passati molti anni, e ora ho portato a casa la moto di cui, non più di una paio di anni fa, mi sono innamorato. E’ il momento che sognavo da allora e non mi sento di descrivere come mi sento perchè credo sia impossibile farlo per bene. Credo solo che d’ora in poi quando guarderò una vetrina non sarà più la stessa cosa.. sarò più felice. Perchè la creatura ei miei sogni ora non la guardo più da una vetrina.
E soprattutto.. ho le sue chiavi, posso metterla in moto, e correre veloce come il vento. E la variante Ascari è ancora lì,  e mi sta aspettando.

2 pensieri su “E alla fine.. L’HO PRESA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...