Non ho tempo

Il tempo che scappa di mano...

Non ho tempo! Sì, lo diciamo tutti, ci sentiamo tutti così… perennemente senza tempo. I minuti, le ore, volano via e ci scappano di mano veloci e imprendibili come un battito di ciglia. Il tempo diventa in fiume in piena che travolge tutto, anche le cose che ci piacciono… quelle per cui vorremmo avere più tempo, ma non c’è n’è, mai. La sensazione perenne di essere sempre in giro, sempre in movimento, non fermarsi mai, neanche sedersi un secondo a prendere fiato… la tranquillità, questa sconosciuta. Tutte quelle volte in cui ne senti la mancanza e la vorresti, la aneli quasi una panacea per questo mal di fretta, questa frenesia di correre sempre… frenesia che non è tua, non la vuoi, ma è ovunque intorno a te e non puoi non farti trascinare via anche tu.

Giornate senza tempo, che iniziano alle sei meno un quarto. Fanculo, voglio dormire un po’, schiaccio “posponi”. Poi risuona, 05:58. Merda, non dovevo schiacciare posponi, adesso non ho tempo. Lavati, vestiti, esci di casa. Automobile, coda, ritardo, acceleratore. Ufficio, urgenze, imprevisti, casino. Telefono che squilla in continuazione. Persone che ti interrompono in continuazione. Non ho tempo. Devo fare, devo eseguire, devo completare, il tempo scorre e stringe al collo, come un cappio. A fine giornata più della metà di quello che è stato iniziato è ancora da finire, in compenso sono comparse cose nuove da fare, anche loro buttate lì, a metà. Ma non c’è tempo. Bombardamento di richieste, tutte da evadere immediatamente. Problemi di adesso da risolvere adesso. Sono arrivate le 18.30 in un baleno. Sono stanco, ecchecazzo. Il telefono squilla ancora. Basta non ne posso più. Me ne vado. E allora via di nuovo. Automobile, coda, casino. Tempo… di puro nervosismo, tempo perso. 50 km in quasi due ore. Senza tempo e senza pace, a casa alle 20.00 vai di corsa come un pazzo anche a prepararti la cena anche se ormai l’avresti, il tempo. Anzi, no. Alle 21.30 sono in piscina, allenamento del mercoledì. Ho saltato settimana scorsa, stavolta non posso bigiare. Quindi di corsa anche per mangiare. Grande invenzione il microonde. Sono a pezzi, altro che allenamento… però ho un po’ di tempo prima di andare. Finalmente. Accendo la televisione, mi siedo sul divano, chiudo gli occhi… e finisco per capitalizzare questo dolce, preziosissimo tempo… dormendo. Dannazione. Al risveglio m’incazzo anche un pochino.

Ore 21.45 sono già in acqua. Riscaldamento, lavoro centrale, defaticamento. La scheda di stasera è bella tosta. Manca il tempo per finirla…

Ore 23.45 sulla Shiro, in superstrada a tutto gas verso casa. Finora il momento più rilassante della giornata è stata la doccia fatta negli spogliatoi. L’unico momento, forse, in cui ho davvero staccato e ho pensato un po’ ai fatti miei. Più rilassante anche di quell’oretta di sonno che non volevo. Vorrei un po’ di tempo per me, per fare quattro parole con qualcuno, per un po’ di vita sociale, per un pochino di relax vero. Anche solo una mezz’oretta a casa, a leggere un libro. Ma non c’è tempo. Ogni minuto concesso ora sarebbe una pericolosa estorsione alle ore di sonno.

Quindi basta così. Cala il sipario, è finita la giornata e tra meno di 6 ore ne inizia un’altra.

 

A volte mi chiedo se abbia senso tutto questo. Perché l’uomo moderno ha voluto trasformare l’esistenza in un delirio frenetico? Perché ci sentiamo sempre, costantemente, strangolati dal tempo? E’ giusto strozzarsi la vita con tremila cose da fare, scadenze impossibili, impegni irrinunciabili e doveri improrogabili? Ne vale la pena?

 

“Chi ha il tempo? Chi ha il tempo? Ma se non ce lo prendiamo mai il tempo, quando mai lo avremmo il tempo?”

Il Merovingio, da Matrix Reloaded

2 pensieri su “Non ho tempo

  1. Il tempo…sai amico t capisco…anch io cn il lavoro e una famiglia alle spalle…non ho mai tempo!alle cinque finisce,poi a casa o la palestra,fai da mangiare,cipollina rompe i coglioni,pulire casa, lavare,sistemare…negli ultimi tempi ho sacrificato un po la palestra per…il piu tempo!!!
    La soluzione.teoricamente c sarebbe…avere abbastanza soldi da parte per poter lavorare solo mezza giornata per non annoiarsi…cosi l altra mezza giornata e libera per il nostro spazio libero…oppure il lavoro con primo e secondo turno!!!
    A presto amico…lamps

    • Ciao ragazzo… purtroppo la soluzione che prospetti tu è un lusso riservato a pochi.. noi forse potremmo solo iniziare a chiedere in po’ di meno a noi stessi, e rilassarci di più. Meno straordinari, meno piscina, meno palestra, qualche soldo in meno sì, ma più relax, e più tempo per le persone a cui vogliamo bene… sai a volte penso che questa vita sempre più frenetica che viviamo sta cambiando un pò le regole del gioco… non sono più i soldi e i beni materiali ad essere un lusso.. secondo me oggi il vero lusso.. è il tempo libero. E non lo si compra…!
      P.S. ci vediamo al Pit per una birra venerdì o sabato… ti faccio sapere! Ciao!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...