10 cose (negative) da sapere prima di trasferirsi in Germania

Se la vita mi ha insegnato qualcosa è che il successo di ogni progetto nasce prima di tutto da una pianificazione attenta. E un trasferimento all’estero non fa eccezione.
Per pianificare servono innanzitutto informazioni, e se quasi sempre presi dall’entusiasmo ci si va a concentrare sugli aspetti positivi, ci sono soprattutto quelli negativi da tenere in considerazione. Perché é proprio dagli aspetti negativi che possono nascere i rischi e i problemi che ci possono creare dei casini e magari far naufragare un progetto che era nato sotto i migliori auspici. Perché tante volre nella vita ci si trova a dirsi.. “Accidenti. A saperlo prima…”
Ecco quindi quelle che sono alcune cose negative da tenere secondo me piú in considerazione se ci si vuole trasferire in Germania.
Poi, per par condicio, scriveró anche un articolo sulle cose positive 🙂 . Ma come tradizione vuole: prima le notizie cattive, poi quelle buone.

1) In Germania farete una fatica immensa per trovare casa.
La concorrenza per gli appartamenti in affitto é serratissima, dovrete prepararvi a mesi di estenuente ricerca ed essere stranieri non vi aiuterá affatto.
Sull’argomento ho giá scritto in abbondanza, quindi se volete saperne di piú, ecco qui qualche mio articolo che esplora piú in profonditá la situazione.
Habemus domicilium! Finalmente ho trovato casa in Germania
Wohnungsnot: perché sta diventando sempre piú difficile trovare casa in Germania
Qualche numero sull’emergenza abitativa in Germania

2) In Germania difficilmente potrete permettervi la casa di proprietá.
In Italia ancora oggi nonostante la crisi persistente tutti o quasi riescono a comprare casa, mentre in Germania comprare casa rischia di diventare presto un sogno irrealizzabile anche per la classe media. Questa considerazione é valida soprattutto nelle grandi e medie cittá. Il boom immobiliare iniziato nel 2010, che ha portato i prezzi delle case a raddoppiare in meno di 10 anni, non dá alcun segno di rallentamento, con i prezzi che aumentano tra il 5 e il 10% all’anno nelle grandi cittá. Questo sta attraendo sempre piú investitori da tutto il mondo che fanno la fila per comprare immobili in Germania e sono in molti a temere un “effetto Vancouver” per gli anni a venire.
Se non si ha una retribuzione di livello almeno dirigenziale, comprare casa in Germania (in cittá) é difficile. Ecco un paio di articoli che ho scritto a riguardo:
Il Boom Immobiliare: cosa sta succedendo in Germania
Conviene oggi (2019) comprare casa in Germania?

3) Alcuni tedeschi vi saranno ostili perché siete Italiani.
Le ultime elezioni parlano chiaro: esiste un 10% abbondante di tedeschi che ce l’hanno con gli stranieri. Se principalmente sono i Turchi e i magrebini ad essere in cima alla hit parade degli stranieri piú antipatici per l’elettore medio dell’AfD, non pensate che gli Italiani godano di una fama molto migliore. I Tedeschi sono fondamentalmente brava gente, ma la legge dei grandi numeri vuole che, prima o poi, incontrerete qualcuno che fa parte di quel 10% a cui gli stranieri stanno parecchio sulle scatole. E il modo in cui verrete trattati potrebbe essere una esperienza non proprio edificante, tuttavia costituire al tempo stesso una importante lezione di vita (perché sarai sempre il terrone di qualcuno). Ecco come é andata nel mio primo incontro con un Tedesco razzista e maleducato.

4) In Germania dovrete imparare a stare alle regole (per davvero).
Tutti in Italia invochiamo il rispetto delle regole, salvo che a rispettarle debbano essere sempre gli altri (sí, é cosí). In Germania le regole le rispettano piú o meno tutti, a partire da chi ne invoca il rispetto e da quelli che le fanno. È un mindset difficile da cambiare per chi arriva dalla Penisola, e bisogna adattarcisi in fretta. Soprattutto quando si sfora una regola “a fin di bene”, cosa che viene fatta spessissimo in Italia; qui no, non funziona cosí. Non interessa a nessuno se sforando la regola non si fa male nessuno e tutta l’organizazione/Azienda ne trae un giovamento: no, non si fa, punto e basta.
In Germania e in generale in tutta la Mitteleuropa c’é ben poca tolleranza con chi fa il furbetto e con chi non rispetta le regole. Qui piccole sviste potrebbero procurarvi grossi guai. La comprensiva indulgenza che in Italia porta quasi sempre a “chiudere un occhio” qui non c’è.
Ho pubblicato non molto tempo fa due storie emblematiche di persone che hanno subito punizioni pesantissime per piccole distrazioni perché la mentalitá tedesca, a differenza di quella Italiana, non perdona.

5) Traffico a singhiozzo e cantieri ovunque
Nonostante l’ampia offerta di mezzi pubblici, per tutti quegli spostamenti non ben serviti dal trasporto pubblico diventa necessario l’uso dell’automobile. In Germania le Autobahn sono gratuite ma l’infrastruttura ha qualche annetto di troppo e, in giro per la Repubblica Federale, parecchi sono i cantieri e le riduzioni di carreggiata per lavori in corso. Muoversi sulle Autobahn e sulle Bundesstraßen tedesche diventa talvolta una giostra infernale, specie nei giorni prefestivi, al lunedí mattina o al venerdí sera.
Ma anche il traffico pendolare di tutti i giorni non é uno scherzo. I tedeschi amano i semafori, non hanno infilato rotonde ovunque come in Francia o in Italia; molte cittá, anche di una certa grandezza, deficitano totalmente di una circonvallazione e per attraversarle son dolori.

6) Trattenute in busta paga
Sommando tasse, contributi pensionistici e assicurazione sanitaria le trattenute totali sullo stipendio (se siete single e non avete figli a carico) sono semplicemente mostruose, superiori alle giá esose trattenute delle buste paga Italiane. Se avete un lavoro ben retribuito non é difficile arrivare in prossimitá del 50%.
Per chi é sposato e ha famiglia la situazione migliora; molto dipende peró dal reddito complessivo del nucleo familiare. Tuttavia le detrazioni, in questo caso, sono molto interessanti.
Ma la Germania puó essere considerata a tuti gli effetti un inferno fiscale tra i peggiori al mondo. Se volete fare qualche simulazione sul Lordo/Netto in busta paga, vi consiglio il Brutto-Netto Rechner!

7) TV e informazione
Ok, io sono uno che la TV non l’ha mai guardata piú di tanto, neppure in Italia, perché ho sempre pensato che per il 90% sia pura spazzatura. Ma in Germania la cosa si amplifica all’ennesima potenza. Programmi squallidi, reality con format scopiazzati alle peggiori idiozie americane rivisti in chiave crucca, telefilm e film TV pessimi. Per non parlare della qualitá dell’informazione: le notizie trasmesse dai più importanti Tagesschau (i telegiornali) cosí come quelle delle principali testate giornalistiche nazionali sono filtrate e politicizzate in chiave filo-germanica e filo-europeista ad un livello davvero sconfortante.

8) Il Tedesco
Anche se lo padroneggiate discretamente prima di trasferirvi, scontrarsi con questa lingua sará counque uno shock non indifferente. Il tedesco vero, il cosiddetto “Hochdeutsch”, quello che vi insegnano a scuola o al Goethe Institut, lo parlano solo ad Hannover e dintorni. Una fetta di Germania abbstanza piccola. In tutto il resto del Paese si parla qualcos’altro. Fatevene una ragione.
Anche chi non vi parla in dialetto, potrebbe avere accenti e inflessioni tutt’altro che facili. Se siete a Sud, nel Baden-Württenberg e in Baviera, vi troverete a che fare con un tedesco molto sbiascicato. A Francoforte e dintorni dovrete fare i conti con l’Hessisch. A Est c’é il terribile dialetto sassone, e al Nord l’incomprensibile Plattdeutsch. Buon divertimento!

9) Il San Gottardo
Per chi non lo conoscesse, il San Gottardo é il principale valico alpino svizzero ed é la via obbligata per muoversi da e verso l’Italia se abitate in Germania Ovest. Si tratta di un tunnel stradale di 17 chilometri (ad oggi il piú lungo del mondo) ad una corsia per senso di marcia il cui accesso é regolato da un sistema di semafori per la diluizione del traffico. Nei periodi “caldi” quali feste comandate, ponti, ferie estive, Natali e Pasque al San Gottardo si formano code di chilometri con ore e ore di attesa in entrambe le direzioni. Se poi dentro al tunnel succede un minimo inconveniente, questo puó venire chiuso per ore per permettere i soccorsi.
Se prevedete di usare l’auto come mezzo principale per i vostri spostamenti Germania-Italia, presto imparerete a fare i conti con il Traforo del San Gottardo. Vi troverete a pianificare partenze nei giorni piú strani o agli orari piú improbabili solo per evitare le terribili code che vi si formano, il piú delle volte inutilmente. Perché nei mesi estivi al portale Nord potreste trovare 5 chilometri di colonna anche alle 3 del mattino (provato di persona).

10) Si fa attivitá all’aria aperta con qualsiasi tempo
Se hai programmato un pic-nic o una gita fuori porta, ma alla domenica mattina al risveglio ti accorgi che piove e tira un gran vento, in Italia si dá per scontato che la scampagnata sia annullata.
In Germania no. I tedeschi non aspettano il sole e il bel tempo per uscire: loro escono. Punto. Quindi un K-Way di buona qualitá é un investimento di sicura utiliá (piú andate a Nord piú questa equazione é valida). La cosa purtroppo vale anche per le piscine, che da Maggio a Settembre sono disponibili solo all’aperto (per maggiori informazioni ho scritto un articolo sulle piscine in Germania) e quindi se volete programmare allenamenti di nuoto agonistico, in caso di meteo particolarmente sfavorevole potrete provare l’ebbrezza di.. nuotare all’aperto con 5 gradi!!

Pubblicità

Un pensiero su “10 cose (negative) da sapere prima di trasferirsi in Germania

  1. Pingback: Quella volta che un Tedesco mi ha trattato come una m***a | Fogster – Running free…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...