Lauterbach: dopo la pandemia, lockdown per fermare il cambiamento climatico

Dopo il Lockdown sanitario, arriverá quello ambientale? Secondo un illustre rappresentante della SPD, s’ha da fare.

Di nuovo chiusi in casa. Dopo il lockdown sanitario, arriverá quello contro il cambiamento climatico?

È dall’inizio dell’Epidemia che le posizioni estreme e drastiche di Karl Lauterbach, esperto di salute della SPD, accendono il dibattito nella politica e non solo.

Non solo la sua posizione riguardo l’attuale lockdown rimane molto estrema (secondo Lauterbach é necessario tenere tutto chiuso fino al raggiungimento di una incidenza inferiore a 25 infezioni per 100.000 abitanti in 7 giorni, in sostanza un valore che presumibilmente verrá raggiunto solo in estate) ma egli ritiene che l’esperienza attuale abbia mostrato come la societá sia fondamentalmente impreparata ad affrontare gravi urgenze, incluso il cambiamento climatico.

Secondo Lauterbach, la pandemia ha dimostrato come la popolazione abbia preso enormemente sotto gamba il pericolo e si sia comportata in modo individualista e irresponsabile, dimostrando egoismo e mancanza di altruismo. Questa mancanza di responsabilitá avrebbe generato la situazione di crisi sanitaria attuale.

Ma soprattutto, con questi presupposti, secondo Lauterbach, non si potrá mai sconfiggere il cambiamento climatico sperando solo nella responsabilitá delle persone.

Per questo Lauterbach considera necessario adottare “misure efficaci per affrontare il cambiamento climatico, che siano analoghe alle restrizioni alla libertà personale viste nella risposta alla pandemia“.

Io, onestamente, preferisco non argomentare. Vedo in queste affermazioni molta DDR e una pericolosissima ideologia che ci farebbe ripiombare in un passato molto buio.

Spero che queste esternazioni siano solo una opinione personale del Signor Lauterbach e non siano condivise all’interno del suo partito o della politica tedesca in generale.
Altrimenti beh mi dispiace ma, per quanto io ami la Germania, inizio a guardarmi intorno e faccio le valigie di nuovo.

Di sicuro le elezioni del prossimo autunno saranno – sotto ogni aspetto – decisive per il futuro della Germania, dell’Europa, e non solo. Ne vedremo delle belle.

Link all’articolo su Welt.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...