Alcune particolaritá e stranezze del codice della strada tedesco che é bene conoscere

La Straßenverkehrs-Ordnung (spesso abbreviato StVO) é l’equivalente del nostro Codice della Strada e contiene l’intero set di leggi che regolano la circolazione in Germania.
Rispetto al nostro CdS vi sono tuttavia piccole differenze qua e lá, alcune delle quali potrebbero definirsi quasi… esilaranti. Ecco qualche perla selezionata.

Nelle rotatorie niente indicatore di direzione.

Le rotatorie in Germania sono oggetti abbastanza rari, se confrontata con l’Italia. Il loro numero é tuttavia in costante aumento.
In Germania è tassativamente vietato usare la “freccia” a sinistra durante la percorrenza della rotatoria (come invece mi è stato insegnato a scuola guida in Italia). La rotatoria in Germania va considerata come fosse un tratto di strada rettilineo con delle svolte a destra: solo all’atto di uscire dalla rotatoria va azionato l’indicatore di direzione. Mai prima.

Usare l’indicatore di direzione a sinistra all’interno della rotatoria è punito con 10 euro di multa.

Esiste un solo tipo di disco orario a norma di legge

Il disco orario in Germania (Parkscheibe) deve tassativamente essere di dimensione 150 x 110 mm con una P bianca su sfondo blu a tinta unita.
Dischi orario aventi colore o dimensioni diverse non sono autorizzati dal codice della strada Tedesco. L’uso di un Parkscheibe non autorizzato è punito con 20 Euro di multa.

È obbligatorio avere a bordo una cassetta di pronto soccorso

Non solo il classico triangolo: per le emergenze, in Germania a bordo di ogni auto deve esserci una cassetta di pronto soccorso (Verbandkasten). E si badi bene, non una cassetta qualunque, ma una omologata a norma DIN 13164.
Siccome la cassetta di pronto soccorso contiene prodotti medicali (cerotti, garze sterili, ecc..) essa ha una data di scadenza dopo la quale deve essere cambiata.
Viaggiare in auto in Germania sprovvisti della Verbandkasten (o con a bordo una scaduta) é punito con 5 Euro di multa.
Per esperienza personale vi assicuro che la Polizei in caso di controllo, oltre ai consueti check (documenti, gilet giallo, triangolo) chiede sempre la Verbandkasten e controlla la scadenza.

Per ogni auto serve un bollino ecologico

Sempre più città e circondari in Germania richiedono l’applicazione di un TÜV-Plakat (bollino verde del TÜV) su tutte le auto in transito nella zona. Si tratta di una misura volta a estromettere le auto più inquinanti dalla circolazione, impedendo a chi non è in possesso del bollino verde di accedere a determinate zone.

Se acquistate una auto in Germania, il “bollino verde” viene applicato automaticamente. Se invece provenite dall’estero, sappiate che dovrete andare al TÜV col libretto dell’auto per ottenerlo, al costo di 5 Euro. Essere pizzicati all’interno di una “Umweltzone” sprovvisti di bollino verde può costarvi fino a 100 euro!

Con un paio di birrette di troppo si va solo a piedi

Se avete in programma una serata di bagordi tra amici in cui è previsto il consumo di molteplici birrette, sappiate che esistono solo tre possibilità: a piedi, con i mezzi pubblici o in taxi. Se siete eco-animali da città e pensate di andarci con la vostra inseparabile citybike, sappiate che è una pessima idea.

In Germania la guida in stato di ebbrezza si applica infatti anche alla bicicletta con tutte le spiacevoli e costose conseguenze del caso, incluso un duraturo “ciao ciao” alla patente di guida e serie noie legali.

Tolleranza zero con chi fa troppo rumore

In Germania esistono molte zone in cui vige una ben precisa prescrizione di limitazione del rumore denominata “Lärmschutz“. Questa si accompagna generalmente a limiti di velocità più bassi (30 in città o 100 in autostrada) ma anche al divieto di sgommare, sgasare, fare rumore con lo stereo o similari tamarrate. I Tedeschi sono molto fissati con la lotta al rumore molesto e i rumori legati al traffico non fanno eccezione.

Limiti di velocitá diversi giorno e notte

Non sono rare le situazioni in cui vi sono specifici limiti di velocitá per la fascia notturna, soprattutto in prossimitá delle cittá. Spesso di notte il limite di velocitá viene abbassato nelle zone residenziali, proprio allo scopo di ridurre il rumore.
In taluni casi, tuttavia, accade il contrario: nelle ore diurne il limite di velocitá é piú basso che di notte. Questo generalmente accade su arterie molto trafficate negli orari pendolari, allo scopo di fluidificare il traffico negli orari a maggior afflusso di veicoli.

Niente moto con la patente B

In Italia la normale patente B per l’automobile abilita automaticamente alla guida di motocicli fino a 125 cc e 11 kW di potenza.
In Germania invece no! La patente B abiita esclusivamente alla guida dell’automobile ed é necessario ottenere una apposita abilitazione per estendere la patente B ai motocicli di 125 cc.

Le biciclette vanno superate come se fossero automobili

La modifica alla StVO del 2020 ha introdotto nuove e piú severe norme a tutela dei ciclisti. In particolare é ora obbligatorio tenere una distanza minima di 1,5 metri dalle biciclette in fase di sorpasso, distanza che sale a 2 metri nel caso sula bicicletta ci sia un bambino. Questo significa, il piú delle volte, dover invadere l’altra corsia.
Va da sé quindi che nel caso nell’altra corsia sopraggiungano automobili, bisogna rimanere dietro alla bicicletta e attendere di avere la corsia libera, esattamente come nel sorpasso di una automobile.
“Fare il pelo” ai ciclisti é punito molto severamente. La multa arriva fino a 100 Euro ma a discrezionalitá di chi commina la sanzione si puó arrivare anche al ritiro della patente, se l’incolumitá del ciclista é stata gravemente minacciata.

Esiste il limite di velocitá di 7 km/h

All’ingresso delle zone residenziali e delle zone pedonali (Fußgängerzone) potreste spesso imbattervi in questa curiosa segnaletica orizzontale e verticale.
Il cartello blu con i binbi che giocano, unito alla dicitura 7 km (tipica in Hessen) indica che si sta entrando in una strada a precedenza pedonale e che ogni mezzo motorizzato deve muoversi letteralmente a passo d’uomo (Schrittgeschwindigkeit o Schritttempo).
Siccome tuttavia la legge é legge, e non puó essere fissata in base a idicazioni ambigue come “passo d’uomo”, sono stati fissati dei limiti misurabili, che tuttavia sono soggetti a lievi differenze regionali. Il Land del Brandenburg ha cosí fissato la Schrittgeschwindigkeit in 6 km/h, in Thüringen essa é tra 5 e 7 km/h.
Come regola generale, 7 km/h é considerato il riferimento standard piú o meno in tuttta la Germania.

2020: Nuovo codice della Strada in Germania – Occhio alle multe!

Da Maggio 2020 sono in vigore in Germania alcune importanti modifiche al codice della strada. In particolare il capitolo infrazioni e multe presenta alcune novitá.

Le sanzioni per chi supera di poco (fino a 20 km/h) i limiti di velocitá in Germania erano, con il precedente Codice della Strada, decisamente basse.

Io stesso rimasi stupito, un paio di anni fa, di ricevere una contravvenzione di soli 10 € per essere stato immortalato da un autovelox su una Bundesstraße a 88 km/h laddove il limite era 80. Una multa assai limitata e, secondo me, tutto sommato equa: ad una infrazione poco grave deve seguire una sanzione commisurata.

Con il nuovo codice della strada 2020 purtroppo non é piú così: le multe per chi supera di parecchio i limiti sono rimaste circa invariate, mentre invece le sanzioni per le contravvenzioni meno gravi sono state raddoppiate.

Insomma, essere distratti diventerá molto piú salato, soprattutto in cittá.

Particolare attenzione serve ora nelle zone a 30 km/h, ormai sempre piú diffuse in tutti i centri abitati tedeschi (anche nei Dorf piú minuscoli): sará sufficiente esere rilevati a 46 km/h per beccarsi una multa di 70 € (con il vecchio codice della strada erano solo 35 €) mentre essere “beccati” a 51 km/h comporterá oltre a 80 € di multa anche il ritiro della patente per 1 mese e un punto di penalitá (se volete sapere come funziona la patente a punti in Germania, vi rimando a questo articolo).

Ecco il resoconto delle attuali multe per eccesso di velocitá in Germania:

Superamento limite velocitá fuori cittá (Strada a grande scorrimento o Autostrada)

ViolazioneMulta (nuovo codice 2020)Multa (vecchio codice)Ritiro patente
Fino a 10 km/h20 €10 €
11 – 15 km/h40 €20 €
16 – 20 km/h60 €30 €
21 – 25 km/h70 €70 €
26 – 30 km/h80 €80 €1 Mese
31 – 40 km/h120 €120 €1 Mese
41 – 50 km/h160 €160 €1 Mese
51 – 60 km/h240 €240 €1 Mese
61 – 70 km/h440 €440 €2 Mesi
Piú di 70 km/h600 €600 €3 Mesi
Sanzioni per il superamento del limite di velocitá sulle strade EXTRAURBANE in Germania – In rosso le sanzioni che sono state aumentate

Superamento limite velocitá in centro urbano

ViolazioneMulta (nuovo codice 2020)Multa (vecchio codice)Ritiro patente
Fino a 10 km/h30 €15 €
11 – 15 km/h50 €25 €
16 – 20 km/h70 €35 €
21 – 25 km/h80 €80 €1 Mese
26 – 30 km/h100 €100 €1 Mese
31 – 40 km/h160 €160 €1 Mese
41 – 50 km/h200 €200 €1 Mese
51 – 60 km/h280 €280 €2 Mesi
61 – 70 km/h480 €480 €2 Mesi
Piú di 70 km/h680 €680 €3 Mesi
Sanzioni per il superamento del limite di velocitá sulle strade URBANE in Germania – In rosso le sanzioni che sono state aumentate

Il Poliscan, l’occhio vigile che ti frega.

A Darmstadt ormai ce ne sono ad ogni angolo: il Poliscan, prodotto dalla Vitronic, é un versatile “occhio” elettronico che funge da sistema di rilevamento di velocitá.

Qualora vi capitasse di incrociare questo “Polifemo” cilindrico sappiate che é meglio muoversi con circospezione. A differenza delle torrette autovelox arancioni diffuse in Lombardia, che sono il piú delle volte dei semplici dissuasori senza alcun dispositivo funzionante al loro interno, i Poliscan sono invece quasi sempre attivi. I Poliscan sono diffusi non solo in cittá, ma anche su strade extraurbane.

Va detto che, se non conoscete la strada, il piú delle volte lo vedete quando é ormai già troppo tardi.
Quindi, in generale, su strade che non si conosce sarebbe meglio rispettare i limiti. Le postazioni di rilevamento della velocitá in Germania non sono corredate di cartellonistica di avvertimento e i rilevatori sono strategicamente ben piazzati.

Il “flash” rosso brillante é il segno distintivo e inequivocabile che il Poliscan vi ha beccati. Il rilevamento é frontale e il suo raggio di rilevamento parte da 75 metri, quindi lo si vede benissimo. Se l’avete visto, allora aspetattevi sgradite novitá nella cassetta delle lettere entro qualche settimana.

La multa arriva in Italia?

Ecco un tema a noi molto caro. Se si viene “pizzicati” da un autovelox in Germania, riceveremo una multa al nostro indirizzo in Italia? La risposta é: dipende.

Tra gli Stati vi sono accordi bilaterali per condividere i dati delle Anagrafi automobilistiche, per cui per la Polizia tedesca non é un problema risalire ai vostri dati. Tuttavia é ben noto ai tedeschi che l’esigibilitá di crediti in Italia puó essere problematica e ferragginosa, richiedendo l’ausilio di agenzie specializzate di recupero crediti.

Se avete commesso una infrazione da poche decine di Euro, é probabile che il Polizeipräsidium deciderá di lasciar perdere e di non rischiarsi l’apertura una (lunga e costosa) operazione di riscossione crediti internazionale per portare a casa cosí pochi soldi.
Ma se l’avete fatta grossa state pure certi che qualcosa arriverá.
Stando a Bußgeldkatalog.de, sono le multe dai 70 Euro in su quelle che generalmente vengono inoltrate anche all’estero. Per le altre si lascia perdere.
Si tratta tuttavia di una indicazione generica, in quanto ogni presidio di polizia puó fare come gli pare…

Lo stesso discorso vale se venite fermati dalla Polizia. Se vi faranno un verbale e voi deciderete semplicemente di non pagarlo e di rientrare in Italia ignorando l’accaduto, potreste passarla liscia se l’infrazione é piccola; ma se questa invece é di una certa rilevanza, allora quasi certamente vi arriverá in Italia un secondo verbale, maggiorato.
In Germania la Polizia non puó rititare patenti di altri Paesi, puó peró avvalersi della facoltá di raddoppiare la multa quale compensazione per il mancato ritiro del documento.

Attenzione ai Ciclisti – Multe salate per chi non sta attento

Un’altra norma nel Codice della Strada che é stata rivista riguarda il sorpasso delle biciclette: a partire da maggio 2020 nel sorpasso di una bicicletta una autovettura deve tenere una distanza minima di 1,5 metri (in cittá) e di 2 metri (fuori cittá). Qualora la bicicletta trasporti un bambino, va sempre osservata la distanza di 2 metri.

Questa regola é molto sentita in Germania visto l’altissimo numero di ciclisti, soprattutto nelle grandi cittá, e considerando anche la svolta “green” che si sta cercando di imprimere al Paese. Pertanto la Polizia vi sta prestando molta attenzione e sta sparando multe a raffica, soprattutto nei centri urbani.
Se non si dispone dello spazio necessario a superare una bicicletta, bisogna rimanergli dietro fin quando non si ha spazio. La multa per chi non rispetta questa regola va da 30 Euro a 100 Euro a seconda di quanto é stato messo in pericolo il ciclista (a discrezione del poliziotto).

In conseguenza di questa regola ora in caso di incidente auto-bicicletta, anche senza diretto contatto tra i due mezzi, l’automobilista avrá (quasi) sempre torto.
Quindi occhi aperti e attenzione massima alle biciclette!