Operazione positività totale

6.30 del mattino, strada provinciale semideserta. Il grigio avvolge ogni cosa mentre i tergicristalli spazzettano una pioggerella fastidiosa che sollettica il parabrezza… è un martedì di aprile ma assomiglia più a una mattinata novembrina, il computer di bordo della Shiro dice che fuori ci sono 4,5 gradi e mentre sprofondo nell’abbraccio del sedile sportivo in alcantara alzo ancora un pò il riscaldamento e penso alla primavera.. che (si spera) prima o poi arriverà.
E’ quel periodo dell’anno in cui inizi a svegliarti dal torpore dell’inverno e le energie iniziano a fluire in te più insistenti; ritorna la voglia di fare, di uscire, di muoverti, di andare in giro.. peccato solo che da due settimane a questa parte il meteo non sia per nulla collaborativo.
Devo dire che da quando sono tornato da solo sto meglio. Ho ripreso a gestire la mia vita come piace a me.. metodicamente programmato nell’essere totalmente sregolato.. lavoro a più non posso, chilometri e chilometri in auto, cena tardissimo (o prestissimo, dipende..), allenamenti in piscina dalle 22.30 alle 23.30, birrette infrasettimanali al Pit Stop con rientro a casa alle 2 e sveglia alle 6 il giorno dopo..  sto anche lentamente ricominciando a vedere il telefono come un oggetto utile e piacevole e non più come un parto del demonio concepito per renderti la vita un inferno.
E’ bello incontrare periodi in cui stai bene, sei contento di te e di ciò che ti circonda e affronti tutto con positività. La vita è un’altalena e i momenti belli e brutti vanno e vengono, ma forse in questi ultimi anni, soprattutto dopo l’incidente, ho scoperto e affinato dentro di me una mentalità più sensibile e ricettiva ai momenti positivi.
Di solito tendiamo sempre a ingigantire tutte le cose che non ci vanno facendone un dramma e diamo per scontato tutto ciò che invece va bene, fino a dimenticarcene. E’ triste quando vedi gente che non ha un problema al mondo eppure riesce sempre a lamentarsi di tutto. Diventa addirittura irritante quando questa gente trasforma cavolate insulse in problemi enormi e se tu osi contraddirli dicendo che in realtà si stanno lamentando per nulla ti becchi pure le parolacce.

E’ così difficile essere positivi al giorno d’oggi. La negatività è ovunque, ci circonda, ci avvolge. Accendi la televisione e si parla di crisi. Poi arrivano quattro politicanti che si sparano addosso parole a vicenda senza dire nulla di costruttivo, poi chiusura in bellezza con una bella iniezione di cronaca nera, notiziacce e delitti. Un bel pieno di negatività e di atteggiamenti distruttivi.
Poi vai in giro e senti solo gente che si lamenta. Non c’è lavoro, non ho soldi, non ho la ragazza, va tutto male, sono triste… eccetera. Negatività ovunque. Se ti alzi la mattina e ti proponi di affrontare la giornata con un mood sereno e positivo, là fuori c’è un battaglione di musoni e di rompiballe che farà di tutto per impedirtelo.
E io onestamente mi sono stancato.
Ho deciso che da questa settimana avvierò l’operazione positività totale ovvero: assoluta astinenza da televisione e notiziari (tutta negatività allo stato puro), eliminazione dei personaggi tristi e negativi dalla mia vita (è ora di finirla di frequentare gente che si lamenta e basta), ottimizzazione del mio tempo libero (vale a dire dedicarlo interamente ad attività e persone che mi danno piacere). 
Questo perchè purtroppo la positività è difficile da creare dentro di sè ed è ancora più difficile diffonderla e trasmetterla agli altri. La negatività invece “vende” tantissimo, è contagiosa, è un virus aereo facilmente trasmissibile. E non mi interessa se tutti si stanno ammalando.. io voglio rimanere sano. E positivo.

sorrisone :-D

2 pensieri su “Operazione positività totale

  1. ricordo un tale che diceva che le notizie brutte fanno audience,ascolti!!!
    mentre quelle belle son quasi scontate….esempio di due stati africani che han firmato un armistizio qualche tempo fa…nessuno l ha cagato….si e accesa la guerra tra le due corea…son tutti a domandarsi quand e che si scannano!!!
    fai bene a buttare via le persone negative:i rompicoglioni ci sono al lavoro,in giro…almeno il tempo libero voglio trasformarlo in un momente piacevole,non a fare lo psicologo degli altri!
    lamps

    • Hai ragione! Basta fare i crocerossini, basta stare a sentire la gente che si lamenta pure dell’aria che respira… basta! 🙂
      p.s. a che ora parti? stasera allora è confermato Pit Stop a Vedano alle 9.30? La prima 32 la pago io . a dopo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...